CONVEGNO CAREGIVER E ASSEGNO DI CURA – LIBERI DI SCEGLIERE DOVE VIVERE, CON CHI STARE, DA CHI FARSI ASSISTERE

Per la prima volta in territorio ragusano, la federazione regionale NOI LIBERI incontra i genitori dei disabili residenti nelle province di Ragusa e Siracusa. Un incontro fortemente voluto dall’associazione pozzallese  di volontariato per le disabilità e gli autismi, La Stele di Rosetta, di cui è Presidente la sig.ra Emanuela Russo, referente inoltre del Circuito Solidale Pozzallo che conta quasi 2 mila membri e che ha vita virtuale su facebook e reale in territorio ragusano e non solo.

L’associazione si occupa di Disabilità, Famiglia e Solidarietà, operando sul territorio da circa 4 anni.

La Stele di Rosetta è orgogliosamente entrata a far parte della Federazione regionale NOI LIBERI.

Le associazioni di volontariato siciliane di genitori di disabili hanno voluto costituire il movimento NOI LIBERI con lo scopo di realizzare un collegamento tra le Associazioni di persone disabili della Regione Sicilia per uno scambio di informazioni, idee, iniziative e coesione per promuovere una comune progettualità nella reciproca partecipazione ad un patrimonio ideale fondato sul superamento dei privilegi , la realizzazione dei diritti , l’attuazione della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità, l’affermazione dei doveri di solidarietà di cui all’articolo 2 della Costituzione Italiana.

Il Movimento Noi Liberi ritiene come assoluta priorità che il trasferimento monetario diretto per ciascun soggetto disabile è l’unica forma di rispetto nei confronti della persona disabile e che il Fondo Regionale per ladisabilità rappresenta certamente la modalità per raggiungere il traguardo di libertà tanto desiderato e, altresì, sostituire le abilità mancanti alla persona disabile. Una persona disabile non autosufficiente, invero, viene definita tale, tra l’altro, perché privo di abilità che permettano alla stesso di svolgere gli atti quotidiani della vita, come lavarsi, nutrirsi, muoversi  e  vestirsi .

Pertanto, ciò che serve alla persona disabile è un aiuto concreto, vale a dire una persona che sostituisca le abilità mancanti della persona disabile affinché quest’ultima possa svolgere una vita normale, che consiste nell’effettiva espressione di volontà di compiere azioni quotidiane per lo svolgimento naturale della vita stessa.

La persona disabile non necessita che qualcuno decida per lui, ma richiede un aiuto concreto per compiere tutti quegli atti che permettano allo stesso, l’inclusione sociale, la vita indipendente ma soprattutto la LIBERTÀ.

Una libertà negata da troppo tempo!

I nostri familiari hanno vissuto, negli anni, progetti di vita non condivisi, hanno dovuto subire, ancora, la presenza delle cooperative, che per un’ora al giorno “accedono” alla vita della persona disabile con un programma non condiviso, tutto, ovviamente, a dispetto dei principi costituzionali ma soprattutto dei  diritti umani.

A Pozzallo, domenica 18 febbraio, a partire dalle ore 16:30 presso SPAZIO CULTURA MENO ASSENZA, con il patrocinio del comune di Pozzallo, Servizi Sociali, e dell’ASP 7 , avrà luogo il CONVEGNO CAREGIVER E ASSEGNO DI CURA – LIBERI DI SCEGLIERE DOVE VIVERE, CON CHI STARE, DA CHI FARSI ASSISTERE.

Diversi sono i partners dell’evento dove la Federazione, nella persona del Presidente, Angela Zicari, e del Vicepresidente Renato Libasci, genitori di ragazzi disabili, faranno luce sulle dinamiche recenti che hanno visto laFederazione, interlocutore  forte e risoluto della regione Sicilia.

Si parlerà pertanto di:

– Il Riconoscimento alla persona disabile del diritto alla libera scelta

– Assegno di Cura

– Caregiver

– Dopo di Noi

– Vita Indipendente

– Convenzione ONU sui diritti della persona con disabilità

– Art. 32 della Costituzione

 “l’intervento sociale si colloca in funzione della persona e della sua sfera auto determinativa”

– Fondo Nazionale per la non Autosufficienza

Interverranno inoltre  la dott.ssa Militello, ASP 7  e l’assessore Azzarelli del Comune di Pozzallo

Oggi il Movimento Noi Liberi ritiene inoltre che la Regione Sicilia finalmente ha ridato la libertà alle persone disabili, riconoscendo un corretto contributo economico, che tiene in considerazione della possibilità che lapersona disabile possa decidere per la propria vita,  applicando la legge, come, peraltro, indicato dal decreto Ministeriale del 3 novembre 2016, evidenziando, infine, come il riconoscimento economico, di cui si discute, in favore della persona disabile viene, invero, riconosciuto già da diverso tempo, in molte altre Regioni d’Italia.

, 16 mila domande per l’assegno mensile ma i fondi stanziati sono per 2 mila

Tornano a ballare sul piatto della giunta regionale i numeri dei disabili gravissimi. Il governo Crocetta  aveva censito poco meno di duemila disabili gravissimi (1.944). Intanto però sono quasi sedicimila (15.772) gli “autocertificati” che hanno presentato domanda per accedere all’assegno di 1.500 euro al mese.

“Una cifra di gran lunga superiore che in queste ore è al vaglio delle Aziende sanitarie provinciali dell’Isola”, è la precisazione dell’assessore regionale alle Politiche sociali, Mariella Ippolito.

II governo Crocetta aveva preso un impegno di spesa che riguardava 1.944 disabili che sarebbe dovuto essere confermato per decreto entro il 30 novembre. Per non rischiare di perdere i fondi, i due assessorati, quello delle Politiche sociali e quello della Salute, guidato da Ruggero Razza, hanno saldato il capitolo all’esercizio provvisorio con il benestare del presidente Nello Musumeci.

per maggiori informazioni sul convegno contattare EMANUELA RUSSO

Emanuela Russo
Presidente Associazione di Volontariato
La Stele di Rosetta
Autismi e altre meraviglie…
Via Grimaldi, 2 – 97016 Pozzallo (RG)
cell. +39 3388865399

Lascia un commento

Oppure

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *